BANDO ABBATTIMENTO INTERESSI 2020 –  EMERGENZA COVID-19

Riceviamo e trasmettiamo dalla Camera di Commercio di Treviso-Belluno

 

15 Ott 2020

Concessione di contributi alle imprese delle province di Treviso e Belluno per contrastare le difficoltà finanziarie e facilitare l’accesso al credito

La Camera di Commercio di Treviso Belluno ha approvato con Delibera della Giunta Camerale n. 59 del 7 maggio 2020 il Bando per contrastare le difficoltà finanziarie  delle micro, piccole e medie imprese (di seguito MPMI) delle province di Treviso e Belluno conseguenti all’emergenza sanitaria da Covid-19.

Il Bando prevede la concessione di contributi a fondo perduto finalizzati all’abbattimento degli interessi sui finanziamenti concessi per favorire gli investimenti produttivi e la liquidità necessaria per affrontare le criticità della contingente fase economica.

La misura si inserisce nell’ambito delle iniziative promozionali a favore delle imprese adottate dal sistema camerale nazionale, anche in attuazione dell’art. 125 del Decreto “Cura Italia” che ha previsto la possibilità per le Camere di commercio di realizzare specifici interventi per contrastare le difficoltà finanziarie delle MPMI e facilitarne l’accesso al credito.

 

Soggetti e interventi ammissibili

Sono ammesse alle agevolazioni tutte le Micro Piccole e Medie Imprese che abbiano sede legale e/o unità operativa nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di                    Treviso-Belluno, in possesso di tutti i requisiti di cui all’art. 4 del Bando.

Tutti i requisiti devono essere posseduti dal momento della presentazione della domanda di contributo fino al momento della liquidazione.

Sono ammissibili al contributo i finanziamenti fino ad un importo massimo di €100.000,00 finalizzati a far fronte ad esigenze di liquidità, ad operazioni di consolidamento di passività a breve e/o a investimenti produttivi.

 

Modalità e termini di invio delle domande di contributo

Le domande di contributo devono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, attraverso l’apposito sportello on line fino al 30 novembre 2020 e, in ogni caso fino ad esaurimento delle risorse.

Non saranno considerate ammissibili altre modalità di trasmissione.

 

Iscrivi alla Newsletter