SICUREZZA PROFESSIONI SANITARIE E SOCIO-SANITARIE, LEGGE IN GAZZETTA

16 Set 2020

Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 224 del 9 settembre 2020 la Legge 14 agosto 2020, n. 113 Disposizioni in materia di sicurezza per gli esercenti le professioni sanitarie e socio-sanitarie nell’esercizio delle loro funzioni.
In vigore dal 24 settembre 2020.
La legge interessa le professioni sanitarie e socio sanitarie come definite dagli articoli 4, 5 e da 6 a 9 della legge 11 gennaio 2018, n. 3. Prevede l’istituzione entro tre mesi dall’entrata in vigore del decreto di un Osservatorio nazionale sulla sicurezza degli esercenti le professioni sanitarie e socio-sanitarie, presso il Ministero della Salute. Un organismo che dovrà monitorare episodi di violenza, eventi sentinella, promuovere studi analisi e buone prassi. Acquisirà i dati dell’Osservatorio nazionale delle buone pratiche sulla sicurezza nella sanità istituito presso l’Agenas. Relazione alle Camere entro il 31 marzo di ogni anno.
Il Ministero della Salute dovrà occuparsi di iniziative di sensibilizzazione. Istituita la “Giornata nazionale di educazione e prevenzione contro la violenza nei confronti degli operatori sanitari e socio-sanitari” con data da stabilire con decreto dei Ministri Salute e Istruzione.
Reati contro pubblico ufficiale previsti dall’articolo 583-quater del Codice Penale (lesioni gravi e gravissime) anche per le professioni sanitarie; nelle circostanze aggravanti all’articolo 61 del Codice Penale viene aggiunto il comma 11-octise “l’avere agito, nei delitti commessi con violenza o minaccia, in danno degli esercenti le professioni sanitarie e socio-sanitarie nonchè di chiunque svolga attività ausiliarie di cura, assistenza sanitaria o soccorso, funzionali allo svolgimento di dette professioni, a causa o nell’esercizio di tali professioni o attività”.
Prevista l’inclusione di specifici protocolli operativi nei piani di sicurezza delle strutture sanitarie, finalizzati a favorire il tempestivo intervento delle forze di polizia.

Iscrivi alla Newsletter