REGISTRO IMPRESE E R.E.A. –ELIMINAZIONE DELLA PROCURA CARTACEA.
Riceviamo e trasmettiamo dalla Camera di Commercio di Treviso

10 Nov 2021

Si informa che l’Ufficio del Registro delle Imprese della Camera di Commercio di Treviso-Belluno, d’intesa con i Registri Imprese del Triveneto, non accetta più domande o denunce cui sia allegato il file con la delega di firma all’intermediario, cioè la cd. procura speciale cartacea, firmata manualmente, cui è aggiunta la copia del documento di identità personale del sottoscrittore. Tale decisione rientra nell’ambito del processo di riorganizzazione complessiva dei servizi di trasmissione delle pratiche telematiche, già avviato anche a livello nazionale da altre grandi Camere come Brescia, Milano e Roma, e reso possibile dalla ormai completa dematerializzazione dei procedimenti e dalla massiccia diffusione dei dispositivi di firma digitale.
Il soggetto obbligato o legittimato alla presentazione della domanda o denuncia (es. titolare impresa individuale, legale rappresentante, amministratore, liquidatore, sindaco, revisore, ecc.) deve presentare la modulistica ministeriale sottoscritta esclusivamente con la propria firma digitale. Si raccomanda, quindi, ai soggetti interessati di munirsi del dispositivo di firma digitale. Per chi fosse già in possesso del dispositivo, è invece opportuno verificare il corretto funzionamento dello stesso e la scadenza. Dal punto di vista normativo, la dismissione della procura cartacea consentirà di dare completa attuazione all’art. 31 della legge 340/2000, norma speciale in materia di registro imprese, che richiede la firma digitale del soggetto obbligato o legittimato alla presentazione delle domande e delle denunce presentate telematicamente, rispondendo primariamente all’esigenza di assicurare certezza sull’identità del soggetto tenuto all’adempimento. Rimane, in applicazione dell’art. 38, comma 3-bis, DPR 445/2000, la possibilità di conferire ad altri il potere di rappresentanza alla sottoscrizione delle domande e delle denunce del registro imprese; tuttavia la procura in questo senso rilasciata dovrà anch’essa essere sottoscritta digitalmente. Resta inteso che gli intermediari continueranno a svolgere le importanti attività di predisposizione e invio delle pratiche telematiche, che dovranno però riportare la firma digitale del soggetto obbligato all’adempimento.

Per qualsiasi necessità potete fare riferimento ai nostri uffici, disponibili al n. 0422 815 544, interno n.3.

 

Iscrivi alla Newsletter