CARO MATERIALI, ECCO GLI AUMENTI DEL PRIMO SEMESTRE 2021 RILEVATI DAL MIMS

24 Nov 2021

La Commissione Consultiva Centrale per il rilevamento dei costi dei materiali, che opera presso il Ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili (MIMS), ha messo nero su bianco i costi dei materiali da costruzione e le relative variazioni del primo semestre 2021, da cui dipenderanno le compensazioni alle imprese.
Nella riunione dello scorso 10 novembre sono state definite le tabelle con gli aumenti dei 56 materiali di riferimento per l’edilizia.
In queste ore è stato pubblicato il decreto del MIMS con le variazioni percentuali dei singoli prezzi superiori all’8% intervenute nel primo semestre 2021. A partire da questi valori saranno definite le compensazioni a favore delle imprese.
Nella tabella troviamo, tra gli aumenti più elevati, quello del 76% dei nastri in acciaio, del 59% delle lamiere in acciaio, del 50% delle lamiere in acciaio Corten e del 48% dei laminati in acciaio.

Ance: ‘per molti materiali gli aumenti reali sono molto superiori’
In un comunicato pubblicato dopo la riunione, l’Ance ha fatto sapere di aver svolto un lavoro molto intenso per riuscire ad identificare dati e fonti solidi da un punto di vista metodologico e in linea con la realtà dei cantieri. Un lavoro durato circa due mesi che ha coinvolto tutto il sistema associativo e moltissime imprese. I dati basati su autorevoli fonti nazionali e internazionali sono stati confrontati anche con contratti e fatture raccolti da cantieri in tutta Italia.
Come in precedenti riunioni della commissione prezzi, l’Ance ha ribadito la necessità e l’urgenza di un aggiornamento della metodologia utilizzata dal Ministero ed ha sottolineato la forte esigenza di rilevare dei prezzi in linea con la realtà di mercato.

Iscrivi alla Newsletter